GIANFRANCO FINO

Es 2020 - Salento Primitivo Igt - Magnum - Gianfranco Fino

150,00 €
Poca disponibilitàUltime bottiglie disponibili

vinosita pagamento sicuro Pagamento sicuro
vinosita spedizione veloce Spedizione veloce
vinosita imballo sicuro Imballo sicuro

Scheda tecnica

Tipologia: Rosso
Annata: 2020
Formato: 1.5LT
Denominazione: Primitivo di Manduria DOC
Vitigni: Salento IGT
Gradazione: 16%
Temperatura Servizio: 16/18°C
Affinamento: 9 mesi in barrique + 9 mesi in bottiglia
Abbinamento: Primi di Terra, Secondi di Terra
Nazione: Italia
Note Degustative
Colore: Rosso rubino impenetrabile Profumo: Ricco, intenso e articolato, con sentori di frutti di bosco maturi, pepe, erbe balsamiche, liquirizia, cioccolato, legni nobili e spezie dolci Gusto: Vigoroso, potente, morbido e concentrato, di esuberante e lunghissima complessità aromatica, dotato di un’elegante freschezza.
Tavolo di cernita, diraspatura, pigiatura soffice degli acini, macerazione in tino di acciaio inox da 70 Hl, contatto bucce – mosto da due a tre settimane, controllo della temperatura del capello di vinaccia, 2 delestage al giorno. Pressatura delle vinacce con pressa verticale idraulica con gabbia in acciaio inox Dopo la svinatura subito in barriques di rovere francese 50% nuove e 50% di secondo passaggio.. Batonnage giornaliero sino al primo travaso. Dopo circa 9 mesi di maturazione in legno il vino senza l’ausilio di chiarificanti e senza precipitazioni tartariche viene imbottigliato e dopo 9 mesi circa di affinamento viene immesso al consumo.
L’Es secondo Freud: E’ istinto e passione sfrenata (la stessa con cui è stato prodotto questo vino) senza condizioni, senza regole,al di là dello spazio e del tempo, della logica e della morale. Non conosce il bene, né il male. L’Es, sottostà ad un solo principio: “IL PIACERE”.
Gianfranco Fino
Caso più unico che raro: nessun altro vino italiano è riuscito a mettere tutti d’accordo quanto il celebratissimo “Es” di Gianfranco Fino, costantemente premiato da tutte le guide del settore. Un Primitivo di Manduria capace di affermarsi nella strettissima cerchia dei più grandi vini italiani in pochissimi anni. L’avventura di Gianfranco inizia infatti solo nel 2004, con l’acquisto di un vecchio vigneto ad alberello di soli due ettari, poi portati a diciotto. “Un luogo speciale” - come ama definirlo lo stesso Gianfranco Fino - fatto di viti comprese tra i cinquanta e i novant’anni di età. La filosofia alla base del lavoro di Gianfranco e di sua moglie Simona è chiara e apparentemente molto semplice: una cura maniacale della vigna, rese bassissime, pochi interventi in cantina, unicamente mirati a valorizzare la naturale pulizia espressiva del primitivo. Oltre questo, anche la mission aziendale è stata, sin dal principio, chiara e apparentemente semplice, volta a produrre vini caratterizzati da una marcata identità territoriale, partendo da quelle vecchie vigne che, dai cinquant’anni d’età arrivano oggi, per l’appunto, anche a sfiorare il secolo di vita. Ecco allora nascere una sorta di alchimia perfetta, che ha portato a un successo così immediato e così importante da far guardare con occhi nuovi non solo alla zona di Manduria, ma a tutta la viticoltura pugliese. Una regione che ha trovato in Gianfranco Fino il suo più prestigioso interprete. Grazie alla fama che l’azienda si è conquistata nel giro di pochissimo tempo - basti per esempio pensare che “Es” 2008 è stato scelto per essere servito durante il G8 dei Capi di Stato, che si è tenuto all’Aquila, ed è stato inoltre selezionato, accostato ai formaggi, per allietare il banchetto privato della Regina Margherita II di Danimarca, in occasione dei suoi 70 anni - la cantina è oggi meta continua di visite da parte di turisti enologici, e prosegue sulla strada della massima eccellenza, regalando nomi ormai noti al panorama vitivinicolo, quali “Jo”, “Es più sole” e “Simona Natale”. Vini magici.
chat Commenti (0)

4 altri prodotti della stessa categoria: