RP
100/100
JS
99/100
CHÂTEAU HAUT-BRION

Château Haut Brion 2018 - Pessac Léognan AOC - Château Haut Brion

698,00 €
Prodotto disponibileProdotto disponibile

vinosita pagamento sicuro Pagamento sicuro
vinosita spedizione veloce Spedizione veloce
vinosita imballo sicuro Imballo sicuro

Scheda tecnica

Tipologia: Rosso
Annata: 2017
Formato: 0.75LT
Denominazione: Pessac-Léognan AOC
Vitigni: 49,4% Merlot, 11,9% Cabernet Franc 38,7% Cabernet Sauvignon
Gradazione: 14,5%
Temperatura Servizio: 16/18°C
Abbinamento: Carne rossa, formaggi
Nazione: Francia
Regione: Bordeaux
Consumo ideale: 2023 - 2068

PUNTEGGI ANNATA
 ROBERT PARKER 100/100 - JAMES SUCKLING 99/100 - WINE SPECTATOR 98/100

Note Degustative
Dopo un periodo di invecchiamento di 18-22 mesi in botti nuove per l’80% al naso si rivela con intense note di cassis e di more con punte di vaniglia e di tabacco. Al palato è di grandissima eleganza e di estrema finezza e persistenza.
È il più vecchio dei Grand Cru di Bordeaux, l'inventore di un nuovo stile di vino nel diciassettesimo secolo ed il primo marchio di lusso conosciuto nel mondo. È un vino con una storia di cinque secoli e fa parte della storia del vino. Il vino di Bordeaux, come oggi lo conosciamo, è nato a Haut-Brion quando i proprietari di allora misero a punto la produzione già nel XVII secolo. La fama di Haut-Brion si deve alla sua classificazione “Premier Cru” ottenuta nel 1855 e confermata nel 1973, come unico fuori dal Medoc.
Situato nei pressi di Pessac-Léognan condivide la rara e preziosa classificazione “Premier Cru Classé” con Château Margaux, Château Latour, Château Mouton Rothschild e Château Lafite Rothschild. SUPERFICIE: 48 ettari UVE: 5,4% Merlot, 43,9% Cabernet Sauvignon, 9,7% Cabernet Franc e 1% Petit Verdot
Château Haut Brion
Situato alla periferia di Pessac, poco distante dal centro di Bordeaux, Château Haut-Brion affonda le sue origini nella notte dei tempi, e produce vino dal 1525, anno in cui fu edificato da Jean de Pontac, che lo fece costruire proprio in funzione dell’attività vitivinicola. Primo cru nella storia dei vini bordolesi, la tenuta di Château-Haut Brion venne purtroppo frazionata alla fine del XVII secolo, ma fortunatamente fu riunita nel 1836 grazie al banchiere parigino J. E. Larrieu. È però con l’arrivo di Clarence Dillon che inizia la storia moderna. La leggenda narra che il finanziere americano, nel 1935, costretto dal maltempo a un’improvvisa sosta ad Haut-Brion, decise di acquistare lo Château per viverci stabilmente. La storia racconta invece di una proprietà che versava in una grave situazione finanziaria, e che venne acquistata dalla famiglia Dillon, la quale impegnò ingenti capitali nel rinnovamento di vigneti e cantina. I fatti, infine, dicono che oggi Château-Haut Brion è una delle aziende più spettacolari del distretto di Graves, e soprattutto che produce vini ricchi, tipici e concentrati, dal grande livello qualitativo, lontano dai vini del Médoc, corpulenti, carnosi e marcati dal legno, ma sempre in grado di invecchiare in bottiglia per trent’anni e oltre.
chat Commenti (0)

2 altri prodotti della stessa categoria: