• Nuovo
ANTINORI

Muffato della Sala 2020 - Umbria IGT - Magnum - Castello della Sala - Antinori

118,00 €
Poca disponibilitàUltime bottiglie disponibili

vinosita pagamento sicuro Pagamento sicuro
vinosita spedizione veloce Spedizione veloce
vinosita imballo sicuro Imballo sicuro

Scheda tecnica

Tipologia: Bianco
Annata: 2020
Formato: 1.5LT
Denominazione: Umbria IGT
Vitigni: Grechetto, Riesling, Sauvignon Blanc, Sèmillon, Traminer
Gradazione: 13%
Temperatura Servizio: 10/12°C
Affinamento: 6 mesi in barrique di rovere francese
Abbinamento: Panettone e Pandoro, Formaggi Stagionati, Pasticceria secca o con crema
Nazione: Italia
Regione: Umbria
Note Degustativearrowdown.png
Muffato della Sala 2020 è caratterizzato da un colore giallo dorato luminoso e intenso. Al naso si apre con un bouquet complesso e armonico, con fragranti aromi di albicocca essiccata e frutta candita, accompagnati da sentori di miele, cannella, zafferano e torrone. Al palato risulta vellutato, piacevolmente denso, di buon corpo, con sentori di miele e scorza di agrumi che precedono un finale gradevolmente sapido.
La 2020 sarà ricordata come un’annata tendenzialmente asciutta. L’inverno, quasi del tutto privo di piogge, ha visto predominare temperature non troppo rigide. Il clima primaverile, giunto leggermente in ritardo rispetto agli anni precedenti, è stato contraddistinto da giornate miti e da temperature al di sopra delle medie stagionali, fatta eccezione per alcuni periodi più freschi a inizio aprile. In seguito, a partire dal mese di giugno fin quasi a ferragosto, il clima caldo e asciutto ha determinato un’ottima maturazione delle uve. Gli acini nei mesi di ottobre e novembre, grazie alle frequenti nebbie mattutine, si sono ricoperti gradualmente della “muffa nobile”, concentrandone gli zuccheri e aumentandone la complessità aromatica. La raccolta è iniziata verso la fine di ottobre con il Traminer, è proseguita con il Riesling, il Sauvignon Blanc e il Sémillon concludendosi verso la fine di novembre con il Grechetto.
Le uve provengono dai vigneti del Castello della Sala, situati tra i 200 e 450 metri s.l.m. su terreni argillosi, ricchi di fossili marini. L’uva è stata raccolta manualmente ritornando sullo stesso vigneto più volte in relazione allo stato delle uve. Dopo il trasferimento in cantina i grappoli sono stati ulteriormente selezionati su un nastro di cernita. È seguita una leggera pigiatura senza diraspatura. Dopo la pressatura il mosto ha fermentato per 18 giorni a una temperatura di circa 17 °C. Il vino ottenuto, ancora dolce, è stato trasferito in contenitori da 228 lt dove ha maturato per circa 6 mesi prima di continuare l’affinamento in acciaio per ulteriori 2 anni.
Tenuta Pèppoli

 Castello della Sala è stato costruito nel 1350 per Angelo Monaldeschi della Vipera, la cui famiglia era giunta in Italia al seguito di Carlo Magno nel IX secolo.
Dal 1300 i membri della famiglia si osteggiavano per il controllo di Orvieto, raggiunto nel 1437 da parte di Gentile, nipote di Angelo dei Monaldeschi della Vipera e dittatore della città per circa un decennio. Dopo la morte di Gentile avvenuta nel 1466 si inaugura una stagione serena al castello coronata dal matrimonio rappacificatore tra Pietro Antonio della Vipera, figlio di Gentile, e sua cugina Giovanna Monaldeschi della Cervara.
Commenti (0)

16 altri prodotti della stessa categoria: