CERETTO

Barolo 2018 Rocche di Castiglione - Barolo DOCG - Ceretto

125,00 €
Prodotto disponibileProdotto disponibile

vinosita pagamento sicuro Pagamento sicuro
vinosita spedizione veloce Spedizione veloce
vinosita imballo sicuro Imballo sicuro

Scheda tecnica

Tipologia: Rosso
Annata: 2018
Formato: 0.75LT
Denominazione: Barolo DOCG
Vitigni: 100% Nebbiolo
Gradazione: 14,50%
Temperatura Servizio: 18/20°C
Affinamento: Botte di legno
Abbinamento: Carne arrosto-grigliata, Carne rossa in umido, Selvaggina
Nazione: Italia
Regione: Piemonte
Note Degustative
e. È un vino identitario, ed è perfettamente intonato al territorio che lo genera. Nel bicchiere troviamo un liquido acuto, verticale. È un Barolo che fa dell’essenzialità espressiva il proprio verbo. L’olfazione apre su sensazioni di rosa selvatica e melograno, ricordi di tamarindo e note fortemente agrumate. La bocca è serrata e succulenta, con riflessi aromatici che riportano all’anguria. È un vino raffinato e classico, disegnato intorno all’idea di una bilanciata austerità.
Dare voce alle differenze: è questo il nostro motto recente. L’esigenza di indagare minuziosamente il territorio e raccontare una nuova vigna è moto assoluto d’orgoglio. È sembrata dunque una cosa naturale svincolare dal mélange del nostro Barolo classico una parcella così significativa. Rocche di Castiglione parte dal castello di Castiglione Falletto e si distende, arrivando a toccare l’areale comunale di Monforte d’Alba; in questa MGA gli impianti hanno una pendenza violenta e sembrano aggrappati
alla terra per miracolo, dominando il fondo della collina che rimane saldamente in mano al bosco. L’esposizione è fresca, sud orientale, ed i terreni sono magri e particolarmente sciolti, vedono affiorare spesso la roccia madre. È un vino identitario, ed è perfettamente intonato al territorio che lo genera.
Comincia a lavorare di sottrazione: nel 2008 avvia la sperimentazione in cui fermenta i cru (preferiamo il loro nome langarolo, però: i bricchi, le nostre vigne in cima alle colline) senza lieviti selezionati, consolidando nel tempo un metodo che consiste nell’avviare la fermentazione grazie a un pied de cuve. Questo metodo ha un secondo vantaggio: la durata della fermentazione e della macerazione sulle bucce combacia perfettamente - circa 20 giorni - e il mosto resta naturalmente protetto dall’anidride carbonica sviluppata dalla fermentazione. Inoltre, negli ultimi venti anni, in cantina abbiamo utilizzato sempre meno il legno nuovo - cioè botti che non abbiano mai contenuto vino. La logica è la stessa che ha guidato le altre scelte, cioè intervenire il meno possibile: la peculiarità di ogni vino è il suo profumo, che gli aromi e il tannino del legno nuovo coprono. Così ci prepariamo al futuro: la nostra famiglia è un gruppo con una visione condivisa, che prende decisioni collegiali, guidate dal rispetto per la competenza: diamo gli strumenti a chi ha un contributo da dare - all’azienda, e al territorio - per affermare la sua visione.
Azienza Vinicola Ceretto
L’azienda vinicola Ceretto nacque negli anni ‘30 del Novecento Riccardo Ceretto, che non possedeva vigneti, vinificava comprando uve altrui. La svolta coincise con l’ingresso in azienda dei figli Bruno e Marcello, che portavano con sé un pensiero innovativo per l’epoca l’importanza della terra. Negli anni ‘60 Bruno e Marcello cominciarono a mappare i terreni da cui venivano i vini migliori, e ad acquistare i vigneti. Dalla terra non si sarebbero più allontanati. Così ci prepariamo al futuro: la nostra famiglia è un gruppo con una visione condivisa, che prende decisioni collegiali, guidate dal rispetto per la competenza: diamo gli strumenti a chi ha un contributo da dare - all’azienda, e al territorio - per affermare la sua visione.
chat Commenti (0)

7 altri prodotti della stessa categoria: